Uncategorized

The perks of a snowy day: a guide to survive for beginners.

By on 11 Gennaio 2017

Quest’anno ha deciso di cambiare rotta, questa neve, eppure con calma sta arrivando – anche da me, anche al Nord. Che poi dire “neve” e “anche al Nord” sembra un po’ un ossimoro, surreale come i sette gradi che si respiravano solo la scorsa settimana a Milano mentre il Sud si preparava come poteva a ribasso delle temperature e imbiancamento delle strade. Di reali rimangono le reazioni contrastanti, un’Italia al Nord come al Sud divisa fra entusiasmo e irritazione: “bella la neve, ma non poteva scendere a Natale?”, “ci voleva una bella imbiancata, ma possibile che ancora nel 2017 ci ritroviamo bloccati in casa da una nevicata? “

Io il fascino della neve lo soffro proprio. Fotograferei anche la pozzanghera coperta di ghiaccio sulla strada dissestata o la cascina diroccata trasformata – con appena una spruzzata di bianco – in un antica villa, scenario di chissà quali gesta medieval-fantasy. Stars Hollow che diventa Grande Inverno, e di colpo persino le oche nel vallo assumono un fascino differente. Ma capisco anche chi ha esigenze e impegni diversi dai miei, chi vede la neve come un intralcio e la osserva cadere con dubbiosa insofferenza: è a loro che dedico questo articolo, sperando di offrire qualche gradevole diversivo in grado di lenire l’ansia da neve.

Quattro idee per superare un pomeriggio bloccati in casa dalla neve cercando di ricordare perché piace tanto.

La neve libro

Leggete un libro. La storia è già sentita, la tematica sempreverde: nel lontano 2166 il mondo è ipoteticamente perfetto. Ogni cosa è controllata dal Piano Vidor, un sistema di leggi che regola ogni attimo della vita dell’individuo, dalla nascita – in capsula – ad un numero preciso di adulteri programmati, alla morte che consiste nel ritorno all’età zero: Difo e Natura sono una coppia perfetta: vita perfetta, amici perfetti ma con sentimenti sbagliati. E con una disfunzione ormonale che porta Natura ad essere il primo individuo all’interno nel sistema Vidor in grado di rimanere incinta. Una storia tutta da scoprire, dove la neve assume un ruolo decisamente positivo: essa interferisce con la trasmissione delle telecamere al governo, permettendo a Difo e Natura di dirsi tutto ciò che non hanno potuto dirsi per anni, lontani dagli occhi indiscreti dei controllori.

Grazie per la neve che sta scendendo. Mi è sempre piaciuta, ma adesso mi sembra proprio puntuale. Tempestiva. Porta pulizia. Porta bianco. Costringe all’attenzione. Ai tempi lunghi. Lima rumori e colori. Lima le bave dei sensi. Ce n’è bisogno. Ancora per un po’ ”.

La tigre e la neve

 

Guardate un film. Un superbo Roberto Benigni nei panni di Attilio, poeta e professore romano, che sogna ogni notte di sposare la donna dei suoi desideri in un tempio d’arte e bellezza, alla presenza di anime nobili come quelle di Montale e Ungaretti, Yourcenar e Borges: incassa il rifiuto appena prima della partenza di lei per l’Iraq, dove Vittoria segue per lavoro un poeta iracheno pronto a rientrare in patria per supportare il proprio paese, in piena guerra civile. Quando la donna resta ferita, Attilio vola in Iraq e fa di tutto per salvarla, scontrandosi con una realtà completamente diversa da quella immaginata. L’amore di lui prevale nonostante il rifiuto, attaccato alla speranza che lei sopravviva e scelga di sposarlo, ma solo alle sue condizioni: Vittoria ha infatti promesso di farlo solo quando vedrà una tigre passare in una strada innevata, come Attilio recita in una delle sue poesie.

neve musica

 

Ascoltate della – buona – musica. E Kate Bush è più che buona musica. La venero da quando ho scoperto che ha messo in musica il mio libro preferito, ho ascoltato e riascoltato la sua Wuthering Heights fino allo sfinimento. Eppure non sapevo avesse dedicato un intero album incentrato sul tema della neve, ma ci ho messo esattamente un’ora e cinque minuti ad adorarlo. E in Snowed in at Wheeler Street duetta con Elton John. Devo aggiungere altro?

“My broken hearts, my fabulous dances. My fleeting song, fleeting. The world is so loud. Keep falling. I’ll find you. My broken hearts, my fabulous dance.”

neve cucina

 

Viziatevi con uno spuntino fatto in casa. Avete mai provato i muffins al cioccolato con il cuore di marshmallow filante? No? Sacrilegio. Sono facili da preparare e ancor più facili da gustare. Questa volta nessuna ricetta personalizzata, mi sono affidata a quella proposta in questo blog ed il risultato è stato ottimo. Siccome mi piace essere precisa e la colata di marshmallow non rendeva bene l’effetto neve, una generosa spolverata di zucchero a velo non me l’ha tolta nessuno. Per i più pigri e per gli allergici ai fornelli, suggerisco la variante veloce, ovvero quel benedetto evergreen invernale che è la cioccolata calda con mini marshmallow.

Michs

TAGS
RELATED POSTS
Search