Up

Giudicare una ragazza dalla copertina

By on 27 Gennaio 2017

Prendete una ragazza (la vostra, quella che vi piace, quella che vi viene dietro) e scoprite cosa legge. Scopritelo da soli, non fate mai l’errore di chiederlo a lei. Difficilmente vi darà una risposta sincera. È come l’ordinazione al ristorante al primo appuntamento: in poche ordineranno il cheese mega burger con salsa barbecue che desideravano. Molto meglio chiedere un’insalata. E rispondere Tolstòj.

Conoscere l’autore preferito di una ragazza è un grande aiuto per conoscere il suo carattere. Una volta capito chi sia tornate qui e scoprite quali mirabolanti avventure vi aspettano.

• William Shakespeare

Potete star sicuri che vi amerà di amore incondizionato, ma occhio ai tradimenti, ce li ha nel sangue. Ha la tendenza a buttarla sempre un po’ sul tragico, che si tratti di regicidio o di una chiamata persa.

• Marcel Proust

Preparatevi a lunghe attese: è tutto fuorché puntuale. Ha un concetto del tempo tutto suo. Facile preda della nostalgia. Ottima per intrattenere il parentado durante le feste: datele un vecchio zio sordo e parlerà per tutta la cena.

• Stephen King

Non fate scegliere a lei il luogo del primo appuntamento, rischiereste di trovarvi al cimitero. Probabilmente lo considera un posto romantico. Se la tenete lontana da clown e coltelli, vivrete una storia d’amore da paura.

• Italo Calvino

Aracnofobica per eccellenza, nasconde un lato selvaggio. Adora arrampicarsi sugli alberi e fare lunghe passeggiate notturne, specialmente in inverno. State attenti però: probabilmente vi spezzerà il cuore a metà.

• J. K. Rowling

È magica, ma non fatevi illusioni: con lei il sempre non esiste. Anche perché le basta sentire la parola per entrare in una crisi emotiva senza uscita. Nota di merito: sicuramente sa come maneggiare una bacchetta.

• Roberto Saviano

Ragazza moderna e coraggiosa, ha una vena polemica che difficilmente riuscirete a estirpare. Per conquistarla, iscrivetevi a un corso di napoletano. Dimenticate gli appuntamenti organizzati: li teme come la morte.

• Vladimir Nabokov

Se avete più di cinquant’anni siete sicuramente il suo uomo ideale. In caso contrario, compensate coprendola di caramelle e mai, ricordate mai, presentarle genitori. O peggio ancora, nonni.

• Jane Austen

Non nutrite l’illusione di averla conquistata: è stata lei a scegliervi, prima ancora che voi la notaste. Farle cambiare idea è difficile, ha molti pregiudizi. È sagace e divertente, ma pecca di auto ironia: colpa dell’orgoglio?

• Francis Scott Fitzgerald 

Stare con lei è impegnativo: sogna ville lussuose e corteggiamenti tenaci. Per conquistarla, provate con le margherite, le adora. Nota di merito: preferisce le cose piccole. Magari dopotutto è quella giusta.

• Oscar Wilde

Oltre a un libro, nella borsa ha sempre uno specchio. Ha un profilo tumblr aggiornato, soprattutto con quote. Teme il passare del tempo: fingete di dimenticare il giorno del suo compleanno e ve ne sarà incredibilmente grata.

• Virginia Woolf

Chiederle come sta potrebbe essere il vostro più grande errore: una volta che inizia a parlare, non la ferma nessuno. Adora i fiori ma non chiedetele di lavare i piatti, non è una donna di casa. Le piace sperimentare. A letto ma non solo.

• Roald Dahl

Terrorizzata da chi si gratta troppo la testa e indossa i guanti, ha una passione per le pesche e per il cioccolato, ma non insieme. Per conquistarla non serve essere Johnny Depp: basta farla sentire mitica.

• J.R.R. Tolkien

Ha una vera e propria fissazione per gli anelli, ma non vi spaventate: è troppo indipendente per volerne uno di fidanzamento. Ama viaggiare e le cause impossibili. Crede nella regola della L. (serve davvero che ve la spieghi?)

• Lewis Carroll

Anche lei ama viaggiare, ma senza necessariamente spostarsi di casa. Dimenticate qualsiasi impegno per le 17: è l’ora del tè, una tradizione a cui non rinuncerebbe mai. Per conquistarla, regalatele dei coniglietti.

• Fëdor Dostoevskij

Se vi svegliate e lei non è al vostro fianco, non panicate. Probabilmente sta vagando su qualche ponte alla ricerca di qualcuno con cui chiacchierare. Tenetela lontana dalle vecchiette ma vicina ai frustini. Su delitto e castigo dà il meglio di sé.

• Franz Kafka

Ha un passato da cessa, e questo la rende di bocca buona. Questa metamorfosi le ha permesso di sviluppare una buona sicurezza di sé, ma non fatele troppe domande: odia sentirsi sotto processo.

• Miguel de Cervantes

Non cercate di starle dietro: vive in un mondo tutto suo e si lancia in avventure senza capo né coda. Per conquistarla, fatela ubriacare. Biascicherà promesse sulla giustizia sociale e per parcondicio verrà a letto con voi. Ma si sveglierà all’alba, perché non è cinica né codarda.

• Haruki Murakami

È tendenzialmente solitaria, ma se vi avvicinate in silenzio vi farà posto senza protestare. Soprattutto se le portate due biglietti aerei o l’invito a un ristorante giapponese. Ma di quelli seri, niente sushi all you can eat.

• ZeroCalcare

Divertente e ironica, statele molto lontani se avete problemi di autostima. Per conquistarla portatela a bere birra artigianale. Usa il sarcasmo come attacco e difesa. Quindi quando non è sarcastica probabilmente sta per morire. O vi sta lasciando.

•  Charles Bukowski

Contro ogni aspettativa, la ragazza che legge Bukowski è educata, intelligente e trasmette serenità. Ma se invece di leggerlo usa le sue citazioni come descrizioni di foto Facebook da zoccola, allora niente da fare: è proprio zoccola.


 

TAGS
RELATED POSTS
Search