Up

Spring is coming: le dieci cose da fare quando finisce l’inverno

By on 4 Aprile 2017

Blame it on il riscaldamento globale. Ma non c’è storia: quando arriva la primavera io sono felice. Sarà per il sole, per la prospettiva delle vacanze, per i sandali con le dita scoperte o per le giornate più lunghe. Sarà perché sono innamorata e per quanto io da sempre sia del partito “meglio sole che male accompagnate”, è vero che sembra tutto un po’ più bello quando si è innamorati. In questo clima di sembra-pieno-inverno-ma-sta-iniziando-aprile, vi elenco le dieci cose che dovete assolutamente fare per festeggiare la primavera. Al primo posto ci sarebbe stato “organizzare una festa della primavera”, ma un paio d’anni fa ne ho organizzata una e alla fine ha piovuto tutto il giorno, quindi passo.

  1. Pranzare fuori. Una pausa pranzo all’aria, che sia pausa dallo studio o dal lavoro, è il modo ideale per cambiare una giornata. La cosa più simile a un parco che ho accanto al mio ufficio è il mini parco giochi dei bambini al centro di una piazza. Andrà benissimo lo stesso. Un pezzo di pizza, o della frutta, un panino, un’insalata, in qualsiasi cosa consista il vostro pranzo, mangiarlo con il sole in faccia vi aiuterà a sopravvivere alla seconda metà della giornata.
  2. Comprare un vestito estivo. È ancora prestissimo per indossarlo, sia chiaro. Se mi mandate il conto del vostro medico per una polmonite acuta negherò qualsiasi tipo di coinvolgimento. Ma basta l’odore di un vestito nuovo, provarlo al calduccio del camerino senza farsi deprimere dalla carnagione ancora mozzarella delle gambe: questo sì che è un bel modo per celebrare il ritorno della bella stagione.
  3.  Farsi la ceretta. A prescindere dalla vostra vita sessuale, che con tutto rispetto non mi interessa particolarmente, farsi la ceretta è uno dei primi, dolorosi passi da fare per affrontare il mese appena iniziato. A parte la sbagliata ma meravigliosa sensazione di sentirsi più magre, avrete anche la sicurezza di potervi alzare i risvolti dei jeans senza mostrare un polpaccio da yeti.
  4. Progettare una fuga. Dalle vacanze di Natale sembra passato un anno ma no, non è ancora estate, e le ferie sono ancora molto – troppo – lontane. Il modo migliore per rimediare è progettare una fuga per uno dei prossimi week end: che sia per un pic nic sulla spiaggia che dista un’ora dalla vostra città, nel paese vicino o a trovare i nonni nella casa in campagna, l’idea di scappare dalla routine senza portarvi dietro il pellicciotto renderà meno lontano il meritato relax.
  5. Uscire dal letargo. In inverno i week end sul divano, con pleid & Netflix, sono giustificati e anzi indispensabili. Ma inverno non plus? Je suis très, très desolée (citando il sempre verde The Devil Wears Prada). È il momento di tirare fuori tutti programmi che avete rimandato nei mesi scorsi.
  6. Mangiare tanta frutta. Non perché sta arrivando la prova costume e dobbiamo stare a dieta. Screw la dieta. Ma semplicemente perché sta arrivando il periodo di quella che io chiamo “finta frutta”, frutti troppo buoni per essere fatti rientrare in una categoria salutare come quella della frutta. Fragole, lamponi, albicocche, ribes, pesche.
  7. Cambiare qualcosa in casa. È stata il vostro rifugio per tanti mesi, ma ora è tempo di aprire le finestre, far entrare la luce e togliere l’odore di pizza e chiuso. Comprate qualche pianta, anche se sapete che il vostro pollice verde è inesistente. O magari un copriletto colorato, o dei tulipani da mettere in un vaso. Fate entrare la primavera in casa.
  8. Tagliare i capelli. È il momento giusto. Giuro. Che sia quel taglio drastico che sbriciate da mesi ma non trovate il coraggio, o una spuntatina. I capelli, proprio come il resto di voi, in primavera hanno voglia di cambiare e di respirare. E di essere in forma per l’estate.
  9. Comprare un ombrello buffo. Guardiamoci in faccia: non siamo ad agosto. Pioverà. E pioverà proprio la domenica in cui avete previsto la fuga al mare del punto 4 o il pranzo del punto 1. Per non perdere il buon umore, prendete provvedimenti adesso: un ombrello buffo o colorato vi farà tornare il sorriso.
  10. Fare caso alle cose. Agli uccelli che hanno ripreso a cinguettare in mezzo alla strada, a quel fiore appena sbocciato sul balcone vicino. Ai gatti che prendono il sole sui marciapiedi a mezzogiorno, ai tramonti che arrivano un po’ più tardi e ai tavolini dei caffè.

Summer is coming e io da sempre me la sento un po’ Queen in the Sun, quindi vi assicuro che da adesso fino a settembre i miei articoli saranno tutti un po’ pieni di sole.

TAGS
RELATED POSTS
Search