Up

I trucchi per viaggiare tanto spendendo poco

By on 14 Aprile 2017

Viaggiare è una delle cose più belle del mondo, ma si sa, anche una delle più care. Io il mondo l’ho girato abbastanza, con la mia famiglia, con gli amici e anche da sola. Dal Canada all’Iran, dall’India a Frosinone. In situazioni diverse ho raccolto trucchi diversi per non spendere tantissimo: ogni euro risparmiato in un viaggio va a formare il budget per quello successivo, e viaggiare sempre di più. Ma senza stressarsi, soprattutto una volta partiti, a racimolare ogni centesimo… si tratta pur sempre di vacanze. Tra suggerimenti pratici e astratti, trucchi e siti web, ecco cosa ho imparato per viaggiare spendendo poco.

1. Per i biglietti aerei, bisogna muoversi prima ma non con mesi di anticipo. I costi si alzano e si abbassano di ora in ora, dicono che l’orario più conveniente sia alle 23, il giorno migliore il martedì e il mese migliore gennaio. In quanto a esperienza certificata (da me), ti posso sicuramente suggerire skyscanner, un motore di ricerca per voli low cost. Cerca con la modalità in incognito: spesso i siti alzano le offerte se registrano che hai cercato più volte quel volo.

2. Prima di partire, raccogli informazioni: guarda le mappe, leggi su blog di viaggi e guide online le esperienze di altri viaggiatori, le truffe da evitare, ma soprattutto le entrate gratuite ai musei e gli eventi on air, in modo da aggiungere attività a costo zero al tuo viaggio.

3. I viaggi migliori sono quelli che non ti aspetti: perché invece di decidere luogo, data e ora di partenza, non lasci decidere le offerte? Inserisci (su skyscanner ma anche su altri siti) il periodo in cui vuoi partire e quanto vuoi spendere, e vai dove ti porta il low cost.

4. Prima di comprare il biglietto, controlla la distanza dell’aeroporto con il centro della città, o dove alloggerai, e quali collegamenti la colmano: non serve a niente risparmiare venti euro sul biglietto se poi per raggiungere il centro ne servono cento!

5. Regola d’oro: non imbarcare bagagli. Costa parecchio ed è scomodo tra recuperi, file e smarrimenti. Vestiti a cipolla e salta sullo zaino per far entrare tutto nel bagaglio a mano.

6. Mangiare sull’aereo, se i pasti non sono inclusi, costa tantissimo: informati ed eventualmente preparati dei panini a casa.

7. Perché viaggiare solo in aereo? I pullman sono più scomodi e ci mettono di più, è vero. Ma se prenotati per tempo sono davvero economici. Megabus e Flixbus ti fanno girare per l’Europa con meno di dieci euro!

8. Esclusi gli spostamenti, l’aspetto più costoso di un viaggio è l’alloggio. Sono tre i siti che devi consultare per spendere di meno: per gli alberghi, booking. Per case o stanze in affitto, airbnb. Per ostelli, hotelscombined.

9. Se prenoti un albergo, scegli l’opzione di cancellazione gratuita (siti come booking lo permettono). In questo modo, a distanza di uno o due giorni dal vostro viaggio portai verificare se esiste qualche offerta last minute e cambiare senza sovrapprezzi.

10. Prova lo street food
, che spesso è il testimone migliore della cucina locale. Invece che perderti in ristoranti lussuosi e turistici, assaggerai il vero cibo del luogo. Spendendo poco. Lo stesso discorso vale per i mercati locali, custodi degli angoli più caratteristici delle città.

11. Non cambiare soldi in aeroporto, che sia dagli sportelli o nei change: le tariffe sono molto elevate e il cambio è più alto di quello ufficiale.

12. Parla con le persone del posto. Dal tuo host al cameriere giovane che ti serve il caffè. Non importa se non conosci la lingua, il linguaggio dei gesti e dei “famose a capì” è universale. Parlando con i locali scoprirai tante cose che nelle guide non sono segnalate.

Detto ciò, vi saluto per qualche giorno. Giuro che non l’ho fatto apposta, ma sto partendo per la Spagna.

TAGS
RELATED POSTS
Search