Up

Io & Annie: la vita con un fidanzato instagrammer

By on 22 Agosto 2017

Io & Annie è una rubrica fissa del nostro blog: potete leggere il primo capitolo qui e il secondo qui. Se siete pigri ve lo posso riassumere: Annie è un nome di fantasia, Annie è il mio fidanzato. Questa è la nostra storia. Un po’ anche d’amore.

Qual è il colmo per un instagrammer? Avere una fidanzata non fotogenica. E dato che tutto nella mia vita deve essere drastico, è successo proprio a me. Ovviamente Annie è l’instagrammer e io la persona meno fotogenica del mondo. Lo so da quando sono piccola. Alle foto di classe delle elementari sono venuta con gli occhi chiusi per cinque anni di seguito, al mio diciottesimo sembro un’alcolizzata in cerca di redenzione e non mi laureo perché so che nelle foto avrò la corona d’alloro e le dita nel naso.

Eppure, sono stata benedetta dal sogno di ogni ragazza: un fidanzato che mi fa le foto. All’inizio mi ci impegnavo: spalle dritte, occhi aperti, sorriso socchiuso. Posa sexy, posa naturale, posa “non sapevo mi stessi fotografando“. Ma nonostante otto filtri, Annie sembra sempre fidanzato con Igor di Frankestain Junior. Allora ho adottato la soluzione secondo me migliore: fuggire. Così Annie ha collezionato una serie di improbabili foto con le mie facce ancora più improbabili mentre tentavo di fuggire al mio destino.


Vivere con un fidanzato instagrammer non è semplice.
Da un paio di mesi, Annie è stato ribattezzato Annie Ferragni. Il suo motto? Chi mi ama mi segua. Così devo star bene attenta a non perdere neanche un post e confermarmi sempre la prima dei suoi oltre duemila settecento follower. L’estate, il suo lato artistico, i posti caratteristici che stiamo visitando e una massiccia dose di talento fotografico hanno trasformato il mio Annie in un aspirante influencer. La mattina non è la luce del sole a svegliarmi, ma lo schermo dello smartphone che segnala il risveglio dei primi follower. Il risveglio per modo di dire: i follower di Annie non dormono mai. E così le nostre meravigliose giornate d’estate sono inframmezzate da #picoftheday, e “andiamo a fotografare quella barca ancorata con dietro il tramonto”. Io gli do qualche suggerimento da giovane, gli spiego l’esistenza delle stories (a mio rischio e pericolo), la giusta intonazione di “hi guyzz”.

Qualche volta riesce a farmi una foto bella, spesso di spalle, e allora guadagno un #beautiful.

Vi darei il suo contatto Instagram per accrescere i suoi fan, ma l’anonimato me lo impedisce. E magari dormo qualche minuto in più la mattina. Ora vado, Annie sta fotografando dei vecchi che giocano a carte senza farsi notare e ho paura che lo picchino. Hashtag #ossarotte, hashtag #tiamo.

TAGS
RELATED POSTS
Search